I nostri contatti

    Segui i nostri social

Via Francesco Paolo Volpe, 34- Salerno

                  


facebook
youtube
instagram
telegram
phone
whatsapp

Tel. 0899255705 

libramentecaffeletterario@gmail.com


facebook
instagram
whatsapp
phone
telegram
10.jpeg

All Right Reserved 2022

Libreria on-line

per raggiungerti ovunque tu sia

NewCondition 17.00
In Stock
e-lisbona-sfavillava-mosaico-urbano-in-forma-di-reportage

NewCondition 19.50
In Stock
chiudi-gli-occhi-nina

NewCondition 18.00
In Stock
il-mondo-su-misura-introduzione-al-negazionismo-scientifico

NewCondition 18.50
In Stock
il-grande-nord-viaggio-intorno-al-mondo-lungo-il-sessantesimo-parallelo

NewCondition 20.00
In Stock
hayao-miyazaki-il-sognatore

NewCondition 22.00
In Stock
the-passenger-corea-del-sud

NewCondition 16.50
In Stock
la-ribelle-di-gaza

NewCondition 17.00
In Stock
lislandese-che-sapeva-raccontare-storie

NewCondition 17.00
In Stock
le-guerre-preziose

NewCondition 28.00
In Stock
bere-il-te-per-coltivare-e-prolungare-la-vita

NewCondition 17.00
In Stock
il-cielo-centanni-fa

NewCondition 18.00
In Stock
quel-che-resta

NewCondition 14.00
In Stock
la-fiera-dei-papa

NewCondition 13.50
In Stock
ce-la-puoi-fare

NewCondition 8.90
In Stock
a-scuola-con-super-me-leggo-e-ascolto

NewCondition 12.90
In Stock
il-calendario-dei-sogni-di-orso-mirtillo

NewCondition 19.00
In Stock
la-nuova-russia

NewCondition 20.00
In Stock
la-mia-cucina-vegana-da-nord-a-sud-le-mie-ricette-in-chiave-vegetale

NewCondition 15.00
In Stock
vorrei-dirti

NewCondition 16.00
In Stock
grazie-per-la-notte-per-il-giorno-e-le-bolle-di-sapone

NewCondition 15.00
In Stock
il-comando

NewCondition 16.00
In Stock
donne-senza-paura-vite-coraggiose-per-i-diritti-e-la-parita-di-genere

NewCondition 28.00
In Stock
pop-palestine-viaggio-nella-cucina-popolare-palestinese

NewCondition 17.00
In Stock
the-beatles-sgt-peppers-lonely-hearts-club-band

NewCondition 12.00
In Stock
le-piccole-liberta

NewCondition 18.00
In Stock
le-donne-della-famiglia

NewCondition 17.00
In Stock
bestie

NewCondition 18.00
In Stock
mia-madre-aveva-una-cinquecento-gialla

NewCondition 32.90
In Stock
il-grande-calcio-giocato-su-carta-gli-eroi-anni-60-del-corriere-dei-piccoli

NewCondition 15.00
In Stock
chi-dice-e-chi-tace

NewCondition 16.00
In Stock
le-vie-delle-cattedrali-gotiche

NewCondition 12.00
In Stock
limpavida-aurora

1 2 3 4 5 64

Narrativa Straniera

NewCondition 18.00
In Stock

La venticinquenne Hatoko discende da una genía di illustri calligrafe che, a partire dall’epoca Edo, hanno svolto funzioni di scrivane pubbliche. Questo, almeno, è ciò che le ha sempre raccontato la nonna, con cui la ragazza è cresciuta. Alla morte della nonna, Hatoko si ritrova a prendere il suo posto, sebbene a differenza di un tempo ora il mestiere consista – nella migliore delle ipotesi – nel tracciare in bella grafia un nome sulla busta per un dono in denaro, un’epigrafe in memoria di un defunto o il nome di un nuovo nato oppure, ancora, l’insegna di un negozio, il motto di un’azienda o una semplice dedica. È dunque una calligrafa tuttofare, con il pennello e l’inchiostro sempre a portata di mano, nonostante all’apparenza figuri solo come la proprietaria di una piccola cartoleria di quartiere. La cartoleria Tsubaki è un negozietto di articoli di cancelleria e il servizio speciale di scrivano non è mai stato pubblicizzato in via ufficiale. Eppure, grazie al passaparola, sono in tanti a varcare la soglia della cartoleria con le richieste più sorprendenti: Hatoko si trova quindi a redigere eleganti biglietti d’auguri, a compilare telegrammi di condoglianze per la morte di una scimmia, a comunicare la fine di un amore, tutto rigorosamente scritto a mano e senza mai dimenticare che il suo lavoro è molto importante, perché contribuisce alla felicità altrui. La nonna, del resto, le ha sempre ripetuto che essere uno scrivano al servizio degli altri significa agire nell’ombra, come una controfigura, per aiutarli a comunicare emozioni anche molto profonde. Un giorno, alla cartoleria Tsubaki si presenta un giovane sconosciuto che parla un giapponese alquanto stentato. Con sé ha un sacchetto di carta pieno zeppo di lettere con un indirizzo italiano e vergate nell’elegante, inconfondibile grafia della nonna di Hatoko. Lettere capaci di sovvertire tutto quello che Hatoko ha sempre creduto di sapere non solo sul suo passato, ma anche su quello della cartoleria Tsubaki.

la-cartoleria-tsubaki